Visualizzazioni totali

sabato 13 agosto 2011

IL VALORE DEL SIMBOLO

La parola "simbolo" deriva dal greco antico σύμβολον dalle radici σύμ- (con, "insieme") e βολή (lanciare). Il termine deriva dal verbo βάλλω che vuol dire appunto lanciare. συμβάλλω (riunire) è contrapposto a δια-βάλλω (disunire, separare) da cui il termine diavolo. Il simbolo dunque è il tramite "lanciato" per unire superando ciò che è διαβολον (separato).

Attraverso la costante meditazione il simbolo si imprime nella mente, e con la sua continua presenza è fonte di ispirazione, lanciando il collegamento mediante le connotazioni analogiche in esso sincreticamente contenute.
La meditazione del simbolo dota la mente di elementi che la fecondano conferendole un potere conoscitivo.
In tal senso il simbolo si può definire come un fattore di endogenesi, che conduce a profonde condizioni di coscienza non ancora.
L’azione concepente del simbolo sulla mente può essere facilmente riscontrata negli effetti di taluni simboli politici, religiosi, sportivi, o finanche dei marchi commerciali. Basta considerare i grandi entusiasmi ed il fanatismo per i colori di una squadra calcistica o della bandiera quando gioca la nazionale di calcio (ultimi residui di un patriottismo ormai deceduto da tempo), oppure al fanatismo per l’imposizione o la difesa dei simboli religiosi, oppure l’irrazionale smania di avere oggetti di uan determinata marca, per comprendere come il simbolo abbia un potere quasi “magico” sulla mente umana, conferendole un’energia che va ben oltre la fredda razionalità.

Occorre però distinguere questi simboli dai simboli “esoterici”. Mentre il simbolo calcistico o religioso fa appello al sentimento derivante dalla fede, dalla passione di parte e dal pregiudizio, generando esaltazione, il simbolo esoterico non fa appello al sentimento, ma alla capacità di comprensione della mente e dello spirito.
Il simbolo nell’insegnamento Tradizionale è dunque avulso ai sentimenti e alle credenze essoteriche, esterne e dogmatiche delle masse. Esso è invece un ponte da percorrere nel processo spirituale verso il trascendente eso-terico all’interno di ogni Uomo.

di Gandolfo Dominici