Visualizzazioni totali

sabato 13 dicembre 2014

La "normalità" è un letto di Procuste

"Essere normale è uno splendido ideale per i 'falliti', per tutti coloro che non hanno ancora trovato un adattamento. Ma per le persone che hanno molte più capacità della media [...] la restrizione al normale significa un letto di Procuste, un'insopportabile noia, una infernale sterilità e disperazione. Come conseguenza, molte persone divengono nevrotiche perché sono semplicemente 'normali' mentre altre divengono nevrotiche perché non possono divenire normali."
Carl Gustav Jung. "Problems of Modern Psychotherapy" (1929). In CW 16: The Practice of Psychotherapy. P. 161